Chi siamo

SpeakART è l’innovazione che rende sicure ed affidabili le informazioni sulle opere d’arte

L’azienda

SpeakART nasce per rispondere alle necessità del mondo dell’arte, con un’offerta trasversale per tutti i player del settore

Viene fondata nel 2017, dall’esigenza di riordinare e conservare correttamente tutte le informazioni e i dati che orbitano intorno ad ogni opera d’arte, e dalla volontà di offrire un mezzo sicuro per il riconoscimento dei danni, dei processi di decadimento e dei falsi di cui un’opera può essere oggetto.

Tale spinta nasce dall’esperienza personale della fondatrice, cresciuta in una famiglia di collezionisti, che fin dalla sua infanzia le hanno permesso di entrare in contatto con un ambiente ricco di artisti, musei e case d’asta.

In età adulta e grazie alle esperienze pregresse, ha affrontato le problematiche comuni a tutto il mondo dell’arte, questo l’ha spinta ad analizzarle e a ricercare la soluzione più adatta a tali esigenze.

Anni di studio e sperimentazione hanno portato al lancio sul mercato di uno strumento completo e continuamente aggiornato in ogni sua parte per rispondere ad ogni esigenza dei suoi utenti e all’evoluzione del mercato stesso.
Lo sforzo quotidiano è sempre volto a mantenere le sue caratteristiche innovative, proponendo servizi utili per il settore.

L’idea dell’impronta digitale dell’opera d’arte rende unico sia il prodotto che la visione aziendale: la digitalizzazione permette di avere a disposizione qualsiasi informazione sempre e ovunque, ma soprattutto rende ogni opera inimitabile e confrontabile con se stessa nel tempo.

La mission aziendale che continuerà ad essere lo stimolo per migliorare sempre è e sarà sempre quella di creare valore aggiunto nella conservazione, tutela e gestione del patrimonio culturale, pubblico e privato.

Grazie a SpeakART si risolvono i problemi di incertezza e sfiducia che da sempre minano il mercato dell’arte e le operazioni assicurative

il team

Vogliamo un prodotto che porti il settore ad avere le basi per un futuro affidabile, condivisibile e innovativo.

Il successo di SpeakART passa per la passione che tutto il team ha per l’arte.
SpeakART valorizza l’informazione, la cultura e il patrimonio artistico.

Angelica Maritan

Founder

Ingegnere con una specializzazione in ingegneria petrolifera e un master in business coaching, da giovanissima parte per lavorare offshore come field engineer, poi torna in Italia per occuparsi di cantieri e gestione immobiliare fino a quando decide di unire la passione per l’arte a quella per l’informatica per farle diventare il suo lavoro.

La sua abitudine a risolvere problemi si esprime quando deve trovare una soluzione a quella che è stata soprattutto un’esigenza vissuta in prima persona come collezionista: trovare il modo di permettere all’opera di potersi raccontare da sola, legando a sé sia le informazioni che il suo valore.

Giunge quindi a creare un algoritmo che lega indissolubilmente certificati e documenti all’opera d’arte, riuscendo anche a riconoscere i falsi, i danni e il decadimento naturale che l’opera potrebbe subire in un lasso di tempo.

Partendo da questo algoritmo, Angelica riesce quindi a mettere a disposizione di tutti uno strumento potentissimo e semplice da usare, una scatola di attrezzi completa e fornitissima per tutti.

Alice Menegaldo

Internal and External Relations Manager

Laureata in Economia e gestione delle arti e delle attività culturali, ha una formazione che le permette di fornire un concreto apporto sia nell’ambito economico, aziendale e di marketing che dal punto di vista più strettamente culturale e artistico.

Mauro Saccardo

Business developer

Artista e allo stesso tempo imprenditore di successo nella città di Londra, dopo aver concluso un percorso lungo e costellato di soddisfazioni con la sua azienda, decide di dedicarsi a SpeakART aprendo per lei il mercato londinese.

I Nostri Partner

Un solido network di partner sostiene e condivide la nostra mission per portare insieme il mercato dell’arte nel XXI secolo

Studio Negri-Clementi

Ci accomuna con questo rinomato studio legale e con i professionisti che ci lavorano, la grande passione che abbiamo per l’arte. È uno dei primi studi legali in Italia a capire l’importanza e le potenzialità del rapporto tra arte e diritto, Negri-Clementi costituisce fin dalla sua fondazione un dipartimento interno dedicato alla materia che si distingue per talento e professionalità e che, grazie alle competenze giuridiche, economiche e artistiche dei componenti, assicura un servizio di art advisory completo e altamente qualificato. Pluripremiati ogni anno per l’attività in campo artistico, sia come singoli professionisti sia come studio, rappresentano senza dubbio un punto di riferimento per chiunque si approcci a questo mondo. La boutique legale è, inoltre, protagonista di un importante progetto editoriale, ART&LAW che approfondisce temi a tutto tondo riguardanti il settore fine art.

Panese Think Digital

È una Digital Agency italo-spagnola che, fin dal primo giorno ha supportato e condiviso il percorso che SpeakART ha intrapreso e che ha saputo interpretare alla perfezione le necessità comunicative che riteniamo ci contraddistinguano.

La scelta di rottura che ci hanno proposto con colori accesi e stile leggermente pop ci mostrano come siamo, una rivoluzione che accompagna l’arte dal vecchio mondo analogico al mondo digital.

Grazie a loro abbiamo potuto presentarci al mondo web esattamente per quello che siamo.

Dacos Sistemi

Chiamarli partner è in questo caso un termine non sufficiente per descrivere il legame che si è instaurato tra le due società.

Il team di Dacos Sistemi è il vero e proprio braccio operativo di SpeakART, chi costruisce la macchina mentre cuore e cervello lavorano. Se la nostra tecnologia è così avanzata, siamo certi sia stato per una perfetta sinergia con questo grande team di persone.

Dacos Sistemi opera a tutto tondo per forniture e consulenze in campo informatico, la loro capacità di vedere oltre gli ostacoli e la loro preparazione rende qualsiasi problema affrontabile.

 

art identification standard

Il nostro contributo per migliorare il mondo dell’arte credendo nella collaborazione fra gli operatori del settore

Nel corso del mese di novembre 2020, SpeakART è entrata a far parte del consorzio AIS (Art Identification Standard), che mira a standardizzare le informazioni legate alle opere d’arte condividendole tra tutti gli operatori del settore.

Chi è AIS:

“Siamo un consorzio trasversale all’intero spettro del settore arte, che riunisce artisti, archivi, storici dell’arte, curatori, advisors, dealers, gallerie, aziende specializzate in art tech, organizzazioni no profit, musei, assicuratori, avvocati, esperti di valutazioni, collezionisti…

Abbiamo riunito la forza necessaria per sviluppare uno standard universale capace di legare un identificatore unico (aID) a ciascuna opera d’arte.

Stiamo pianificando di fare leva sulla tecnologia blockchain per ancorare questi identificatori unici in un legame distribuito non alterabile.”

 

Il manifesto di AIS recita i seguenti cinque punti:

1. Standard di identificazione e provenienza a supporto di un più sostenibile e giusto ecosistema arte, di cui beneficeranno i suoi stakeholder

2. L’identificazione unica dell’oggetto (artmetrics) è la pietra angolare della sua provenienza

3. Provenienza e artmetrics non generano soldi, esistono invece altri strumenti per potenziare modelli di business e sistemi operativi

4. Una lingua comune per tutto il settore arte per identificare univocamente un’opera e catturare il suo ciclo di vita riesce a implementare la fluidità degli scambi (fiducia, efficienza, velocità…)

5. Gli artisti hanno bisogno di essere rafforzati avendo il controllo sull’uso dei loro dati